Peer

I Peer Support Workers (Lavoratori Del Supporto Tra Pari) sono delle persone che,
avendo vissuto un disagio psichico, mettono a disposizione la loro esperienza.

Attraverso l’ascolto attivo ed azioni concrete, aiutano chi si trova in difficoltà,
a ritrovare la stima in sé stesse, l’autonomia e la speranza in una ripresa.

I Peer, condividendo la propria storia, danno modo alle persone di identificarsi e quindi
sentirsi meno sole nella loro sofferenza.

Sconfinamenti 34. LAB

Il luogo del quale parliamo in questo numero 34 della rivista semestrale Sconfinamenti potrebbe sembrare semplice: il posto dove l’idea e la mano si fondono insieme nell’azione creativa, come in nessun altro. Ma forse è proprio per questo, per la sua semplicità disarmante, che i mestieri sociali lo complicano, lo rendono tortuoso, lo omologano alla complessità delle loro altre azioni, alla indefinitezza dei loro scopi, dei loro beneficiari. Per nostra fortuna, ma soprattutto dei nostri amici e compagni di avventure che sarebbero i famosi “destinatari”, esistono gli artigiani, esistono persone abituate a tradurre in oggetti e soggetti i loro pensieri, le loro idee, la loro abitudine a fare, ma soprattutto a fare subito, cioè adesso. E, per fortuna, esistono i LABORATORI, luoghi dell’adesso.

La dignità del rischio

La dignità del rischio è la documentazione video del percorso di un gruppo di persone. Inizialmente fruitori dei servizi di salute mentale di Trieste, in seguito, dopo la formazione ed il tirocinio presso i CSM di Trieste e alla Recovery College a Utrecht in Olanda, diventano Peer Support Workers. Il loro malessere, dunque, diventa opportunità di crescita, occasione di lavoro e capacità di mettere a frutto la propria esperienza per aiutare gli altri.

Video realizzato da HeadMadeLab

HeadMadeLab è un laboratorio creativo-multimediale.

Ispirato all’integrazione fra politiche sociali e sanitarie, mercato del lavoro, formazione e cultura, il laboratorio, attraverso le sue attività ed iniziative, si propone come strumento concreto per l’attivazione sul territorio di progetti rivolti sia all’inclusione dei soggetti svantaggiati che alla partecipazione attiva dei cittadini.