Si mira anche a chiarire se la donna avesse altri apparecchi a sua disposizione, per esempio un altro tablet, che adoperava per i video registrati in sala d’incisione, nel garage dell’appartamento di Venetico, poi postati sui social, nei mesi precedenti alla tragedia. Copyright 2020 Sky Italia - P.IVA 04619241005.Segnalazione Abusi. “E’ emerso un aspetto molto grave che mi è stato riferito dal nostro consulente e cioè che mentre giustamente l’auto di Viviana è stata sequestrata lo stesso 3 agosto, il camion dove si trovavano a bordo i tecnici che si occupavano di manutenzione delle autostrade con il quale ha avuto l’incidente è stato sequestrato solo il 10 settembre e sembra già avessero cominciato delle riparazioni”, dice l’avvocato Pietro Venuti. Ringrazio tutte le persone che a qualsiasi titolo hanno contribuito alle ricerche. Ed ha respinto ancora una volta l’ipotesi che Viviana possa aver ucciso il figlio, togliendosi la vita. "I resti sono compatibili con un bambino di 3 o 4 anni - ha puntualizzato il magistrato -, ovviamente ancora non possiamo dare certezze scientifiche, vanno fatti tutti gli accertamenti medico legali". Abbiamo trovato i resti dove gli altri non avevano cercato". Una bara è stata trasportata sul luogo del ritrovamento. "Viviana non avrebbe mai ucciso Gioele. Un altro centinaio di volontari si era riunito stamane al 'campo base' di Caronia per collaborare alle ricerche, raccogliendo l'appello lanciato ieri dal padre del bimbo. Viviana e Gioele, nuovi retroscena da sviluppi dell’indagine . Inoltre non aveva paura dei cani". Quelli che, ascoltati dagli investigatori il mese scorso, hanno detto di non aver visto il bambino ma soltanto Viviana, fuori dall’auto. Ma appureremo anche questo. Mentre dall’analisi del cellulare della donna emergono elementi importanti che, secondo il perito, daranno una “direzione all’indagine”. Del piccolo sarebbero stati trovati il tronco, gli arti e brandelli di vestiti. Forse il bimbo non lo stava adoperando, era altrove, all’interno dell’abitacolo. Ora dobbiamo lavorare come abbiamo fatto finora e andare a fondo a questa storia triste". Ecco i PUNTI OSCURI del GIALLO dell'ESTATE, di Viviana Parisi e Gioele Una storia di cronaca nera che nasconde e cela molti punti oscuri. Gli ingegneri Santi Mangano e Roberto della Rovere, insieme al perito Carmelo Costa, di fiducia della famiglia Mondello, hanno esaminato entrambi i veicoli. I periti spiegano però che effettivamente sul mezzo erano cominciate le riparazioni, ma non sulla parte interessata dall’incidente del 3 agosto. Di Bello, che ha partecipato alle ricerche del piccolo da volontario, si è fatto largo tra i cespugli fitti con una falce. ... VIRGILIO NOTIZIE | 25-09-2020 14:43. Il documento, riferisce Claudio Mondello, legale della famiglia e cugino del marito della donna, attesterebbe che "Viviana soffriva di paranoia e ha avuto un crollo mentale dovuto a una crisi mistica". Continuano gli esami sui resti del corpo del piccolo Gioele. Nei laboratori di Genetica Forense, nei prossimi giorni, invece, saranno effettuate le analisi sui campioni di presunte sostanze biologiche, prelevate, in contrada Sorba, ed analizzati dei peli di colore chiaro, trovati il 24 agosto scorso, in prossimità del pilone dell’alta tensione, dove giaceva morta Viviana, probabilmente capelli. E l ... proseguono anche oggi pomeriggio. "Siamo venuti perché siamo padri di famiglia e siamo sensibili a questo caso", hanno spiegato alcuni volontari che hanno raccolto l'appello. Moduli, Condizioni contrattuali, Privacy & Cookies, informazioni sulle modifiche contrattuali. L’ingegnere Roberto Antonio Consalvi che ha estratto i dati dal cellulare di Viviana, inoltre, chiederà una proroga della delega d’indagine, per eseguire ulteriori verifiche. "Abbiamo trovato dei resti umani che sono compatibili con quelli di un bambino dell'età di Gioele", ha affermato Cavallo. "Ci siamo fatti delle ipotesi su quanto sia successo, se ne sono rafforzate alcune ne abbiamo scartate delle altre", ha spiegato Cavallo. "Siamo venuti perché siamo padri di famiglia e siamo sensibili a questo caso", hanno spiegato alcuni volontari che hanno raccolto l'appello. Le squadre che partecipano alle operazioni si sono dirette in una zona coperta da rovi e arbusti, insieme al Procuratore di Patti Angelo Cavallo che coordina le indagini. Lo ha detto stamattina Daniele Mondello, il padre del bimbo, che ha voluto in questo modo escludere una delle ipotesi sulle quali stanno lavorando gli inquirenti, cioè quella di un omicidio-suicidio da parte della madre del piccolo, facendo riferimento anche a una eventuale aggressione da parte di alcuni cani feroci. I resti erano a 200 metri dalla piazzola in cui la Parisi aveva abbandonato la macchina dopo aver subito un incidente e a 700 metri dal traliccio sotto al quale è stato trovato il cadavere della donna. Il procuratore ha aggiunto che sono stati ritrovati anche i frammenti di alcuni indumenti che adesso saranno mostrati al padre e ai familiari del bimbo per una conferma che si tratti di quelli che Gioele indossava al momento della scomparsa. In particolare su qual era il progetto di Viviana, uscendo di casa, quel maledetto 3 agosto. Ma lasciateci lavorare e fare tutti i ragionamenti del caso. Un ciuffetto biondo del quale si dovrà stabilire se appartenesse alla dj torinese o a Gioele. Sono questi gli elementi salienti venuti fuori dai più recenti accertamenti tecnici sul giallo di Caronia, in particolare dopo gli ultimissimi giorni di rilievi dei tecnici, che anche oggi hanno lavorato alla ricostruzione dell’incidente che ha stoppato l’Opel Corsa di Viviana, lungo l’autostrada A20 in direzione Palermo, quasi all’uscita della galleria di Pizzo Turda, con una ruota a terra. Proprio a proposito dello scontro tra i due mezzi, il legale della famiglia Mondello torna a puntare il dito contro accertamenti e ricerche. Ed è proprio Costa a svelare alcuni particolari emersi: i due mezzi si sono scontrati in movimento. "Dobbiamo trovarlo", aveva affermato stamattina Daniele Mondello mentre con altri tre amici era in cerca del bimbo tra le campagne di Caronia. Soddisfatti i pentastellati calabresi, Sanità in Calabria. “Quello che è emerso – prosegue il legale – non ci fa stare tranquilli, potrebbe infatti essere stata modificata una prova che riteniamo fondamentale per accertare la verità sulla dinamica dell’incidente”. Molte ipotesi restano ancora in piedi, dobbiamo lavorare e riflettere. I resti ossei - una parte del tronco e della testa e alcuni arti - sono stati adagiati sulla bara e saranno trasportati all'istituto di medicina legale per l'autopsia e per l'esame del Dna che servirà a fugare ogni dubbio sull'identificazione della vittima. Così Giuseppe Di Bello, carabiniere in pensione, ha commentato il ritrovamento di quelli che potrebbero essere i resti di Gioele. Tutti i marchi Sky e i diritti di proprietà intellettuale in essi contenuti, sono di proprietà di Sky international AG e sono utilizzati su licenza. "Perdono quota - prosegue Cavallo - piste riconducibili ad ambiti familiari. A fare il ritrovamento un inviato della trasmissione di Rai 3 Chi l'ha visto. L'oggetto è stato consegnato ai carabinieri. Per accettare le notifiche devi dare il consenso. Le indagini a Caronia proseguono e il procuratore Angelo Vittorio Cavallo continua a non escludere alcuna pista, come scrive Francesca Alascia sul Giornale di Sicilia in edicola. I campi obbligatori sono contrassegnati *, Calabria. Poi ha aggiunto: "In questo momento non interessa chi lo abbia trovato. Il feretro è stato composto al termine del sopralluogo compiuto dai medici legali e dalla scientifica, alla presenza del procuratore di Patti. Elementi che secondo lui, pur parziali, saranno molto utili a capire cosa è accaduto. Intanto anche Daniele Mondello è tornato a sollevare dubbi sulle ricerche. Nei pressi del traliccio dell'alta tensione sotto cui l'8 agosto è stato rinvenuto il corpo di Viviana Parisi, è stato trovato un pezzo di seggiolino per bambini: si tratta dell'aggancio che lo assicura al sedile dell'auto. Un certificato medico del 17 marzo scorso, rilasciato dall’ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto, è stato ritrovato nel cruscotto dell’Opel Corsa che la donna ha abbandonato prima di scomparire il 3 agosto. Sono stanco ma non smetterò mai di cercare la verità”, ha detto ai microfoni della trasmissione di Rai2, Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. "Sono arrivato sul posto alle 5 del mattino. Viviana e Gioele, l'ultimo disperato ... "Ancora oggi non so come sono morti mia moglie Viviana e mio figlio Gioele" ha detto Daniele Mondello. Il consulente non ha ancora terminato l’esame di tutti gli elementi estratti dal telefono, ma ha già alcuni elementi chiari in mano. La zona è stata inibita all'ingresso dei giornalisti e della folla di volontari e curiosi. "Viviana non avrebbe mai ucciso Gioele. Le indagini sul giallo di Caronia svelano che l'auto di Viviana è stata investita mentre Gioele non era assicurato al seggiolino.

Harriet Tubman Film Netflix, Fidanzato Antonella Elia, Reddito Di Emergenza: Quando Arrivano I Soldi, Comune Sellia Marina, Ovosodo Prime Video, Esaù E Giacobbe, Va' A Lavarti Nella Piscina Di Sìloe, Novena A Padre Pio 3 Giorno, Come Sorelle Serie Tv Cast,